/Golden Goose Nere E Argento

Golden Goose Nere E Argento

Poi si passa a un’altra sezione, con le trasmissioni televisive in cui, secondo noi, la donna prende il potere. Nel 1974 Mina e la Carrà, dando un colpo d’anca una da una parte e una dall’altra, si liberano della presenza maschile e accolgono su Raiuno, nel varietà “Milleluci”, un pubblico di trenta milioni di italiani senza un maschio a fianco. E qui la femminista radicale di una certa età obietterà “sì, ma il corpo della Carrà è comunque exploited”, e io replico che certamente lo sarà stato, ma dico anche che sia la Carrà che Mina non erano sposate una addirittura con un figlio “illegittimo” e rappresentavano due identità di donne assolutamente libere.

Per l’industria italiana l’insolvenza del paese sarebbe una grande notizia. Se gli stranieri cominciassero a comprare i beni dello stato, le imprese locali conquisterebbero il palcoscenico del mercato internazionale, e potrebbero dimostrare tutto il loro valore attirando capitali stranieri. La verità è che il sistema politico italiano non può essere riformato: può solo essere aggirato, e questo è precisamente ciò che hanno fatto gli italiani per sopravvivere nel corso dei secoli.

Golden Goose mescola lo spirito italiano al tailoring inglese. La produzione è realizzata a Venezia. Gli ideatori del marchio, sin da subito, crearono abiti caratterizzati da stile ed eleganza e ricercati dagli amanti del made in italy. Presentato in primavera a Berlino, ha una testimonial d’eccezione, Kaia Gerber, che dalla madre Cindy Crawford, già brand ambassador della manifattura orologiera svizzera, raccoglie il testimone. Protagonista della copertina di questo mese di Vogue Italia, Kaia a soli sedici anni è già diventata il volto di una generazione: I miei coetanei, per controllare l’ora, si affidano allo smartphone. L’orologio è piuttosto un accessorio, come un profumo o un gioiello, spiega.

Costringe a essere umili e a riappropriarci dell della medicina perch dobbiamo rimetterci a seguire il malato come degli artisti Scaioli fa un esempio: in cura una persona con fibromialgica cronica che, a parit di THC, non rispondeva al Bedrocan e al Bedrolite. Dopo vari tentativi, siamo arrivati al Bediol che il giusto compromesso Purtroppo pesa ancora lo stigma della droga, se definire come stupefacenti il Bediol e il Bedrolite non ha senso, antiscientifico A maggio il prestigioso British Medical Journal ha chiesto con un editoriale della direttrice, Fiona Godlee, che si legalizzi, regoli e tassi la vendita di tutte le droghe leggere e pesanti, per uso terapeutico e ricreativo. La comunit scientifica entrata in fibrillazione.